Il favor fidei nello ius novum

Marti, F.

Abstract: Il presente articolo intende mostrare la recezione nello ius novum pontificium dei principali punti della dottrina di Graziano riguardo al favor fidei, vale a dire gli effetti della superiore esigenza di preservare la fede dei cristiani rispetto alla difesa del vincolo matrimoniale. Prima di tutto, il differente grado e forza della indissolubilità che esiste tra i matrimoni dei pagani e quelli dei cristiani. In secondo luogo, l’idea che il favor fidei sia un istituto giuridico che opera alla stessa maniera in relazione ai matrimoni dei pagani e dei cristiani ma con una diversità di effetti: vero divorzio per i pagani, semplice separazione per i cristiani. Il processo di accoglimento della dottrina di Graziano non fu senza esitazioni, e l’idea che il favor fidei operi alla stessa maniera e con gli stessi effetti (vero divorzio anche per i cristiani) affiorò fugacemente nella mente del legislatore canonico.

Parole chiave: Indissolubilità matrimoniale, favor fidei, scioglimento del vincolo matrimoniale.

Abstract: The present article intends to show the reception by ius novum pontificium of the main point of the Gratian’s matrimonial doctrine about favor fidei, i.e. the effect of the overriding exigency to preserve the faith of Christians as opposed to safeguarding the matrimonial bond. First of all, the different degree and strength of indissolubility that exists between marriage of pagans and that of Christians. Secondly, the idea that favor fidei as a juridical institute works in the same manner related to pagans’ and Christians’ marriages but with different effects: true divorce for pagans, simple separation for Christians. The process of acceptance of Gratian’s doctrine was without reluctance, and the idea that favor fidei works in the same manner and with same effect (true divorce even for Christians) arose in the mind of the canonical legislator.

Key Words: Marriage Indissolubility, Favor fidei, Matrimonial Bound Dissolution. 

DOI
10.1400/224845